Farmaci LABA, asma e steroidi per via inalatoria

La combinazione di farmaci che aprono le vie aeree e steroidi per via inalatoria che riducono l’infiammazione sono migliori nel prevenire gli attacchi di asma rispetto alla solita dose di steroidi da soli, secondo una nuova revisione di una recente ricerca.

Tuttavia, dosi più elevate di steroidi sembrano essere efficaci quanto la terapia di combinazione nella prevenzione di questi attacchi, conclude una seconda revisione.

La ricerca si è concentrata sugli effetti dei farmaci beta-2 agonisti (LABA) a lunga durata d’azione. A differenza degli inalatori “di salvataggio”, che possono aprire immediatamente le vie aeree durante un attacco d’asma, i farmaci LABA aiutano a rilassare le vie aeree dei bronchi e ad aprirle entro 12 ore. I farmaci includono salmeterolo, commercializzato con il marchio Serevent, nonché un ingrediente dell’inalatore Advair, e formoterolo, commercializzato con il marchio Foradil.

I pazienti con asma che hanno utilizzato sia il farmaco LABA che uno steroide per via inalatoria avevano una probabilità significativamente inferiore di avere una riacutizzazione dell’asma grave che richiedeva un trattamento steroideo iniettabile o ingerito rispetto a quelli che assumevano steroidi da soli, secondo Muireann Ni Chroinin, MD , University Hospital of Norfolk e Norwich England e colleghi.

Le recensioni appaiono nell’ultimo numero di The Cochrane Library, una pubblicazione di The Cochrane Collaboration, un’organizzazione internazionale che valuta la ricerca medica. Le revisioni sistematiche traggono conclusioni informate sulla pratica medica dopo aver considerato sia il contenuto che la qualità della ricerca medica esistente sull’argomento.

L’incidenza di attacchi gravi è scesa dal 27% al 22% nei pazienti che assumevano la terapia di combinazione. Ni Chroinin e colleghi stimano che 18 pazienti avranno bisogno di un trattamento LABA per un anno per evitare che almeno un paziente abbia un tale attacco.

La terapia di combinazione ha anche migliorato la funzione polmonare generale, aumentato il numero di giorni in cui i pazienti hanno affermato di sentirsi liberi dai sintomi dell’asma e ridotto l’uso da parte dei pazienti di inalatori di salvataggio rispetto ai soli steroidi per via inalatoria, hanno scoperto i ricercatori.

Per i pazienti che continuano a manifestare sintomi di asma durante l’uso di farmaci steroidei per via inalatoria, “l’aggiunta di un beta-2 agonista a lunga durata d’azione è meglio che usare le stesse dosi di steroidi per via inalatoria”, afferma Ni Chroinin.

In una seconda revisione, Ilana Greenstone, M.D., del McGill University Health Center in Canada, e colleghi hanno concluso che una doppia dose di steroidi per via inalatoria funziona allo stesso modo della terapia di combinazione nel ridurre la frequenza degli attacchi di asma gravi.

Ma la terapia di combinazione “produce chiaramente maggiori miglioramenti nella funzione polmonare e nei sintomi rispetto a un aumento di due o due volte e mezzo della dose inalata di corticosteroidi”, secondo Greenstone. Il numero di pazienti che assumevano LABA e steroidi è aumentato del 12% rispetto ai pazienti che assumevano la dose più alta di steroidi. I pazienti che ricevevano la terapia di combinazione hanno anche ridotto il numero di inalatori di salvataggio che hanno usato fino a un “spruzzo” al giorno.

Non c’erano differenze significative negli effetti collaterali tra la terapia di combinazione e dosi più elevate di steroidi, ad eccezione di un aumento di tre volte nella frequenza dei tremori o delle contrazioni muscolari incontrollate nei pazienti che assumevano farmaci LABA, hanno scoperto i ricercatori.

Ni Croinin e colleghi hanno esaminato 26 studi che includevano 8.147 pazienti. Greenstone e colleghi hanno analizzato 30 studi che includevano 9.509 pazienti. Solo otto studi nella revisione Ni Croinin e tre studi nella revisione Greenstone si sono concentrati sui bambini con asma.

“Penso che la mancanza di dati pediatrici sia sicuramente un problema che potrebbe limitare l’uso di LABA in questa fascia di età. Semplicemente non c’è abbastanza ricerca per prendere decisioni cliniche basate sull’evidenza “, afferma Greenstone.

I revisori Cochrane affermano che il loro lavoro può aiutare i medici a decidere quando o se prescrivere farmaci LABA a pazienti asmatici già in trattamento con steroidi per via inalatoria.

“Sento che c’è una tendenza a iniziare la terapia di combinazione con corticosteroidi inalatori e LABA”, piuttosto che iniziare con steroidi e aggiungere farmaci LABA in un secondo momento nei pazienti con asma incontrollata, afferma Jerry Krishnan, MD, ricercatore per l’asma e assistente professore di medicina. ed epidemiologia presso la Johns Hopkins University School of Medicine. “È probabile che questa pratica sia guidata in parte da un approccio graduale, in cui una terapia più aggressiva viene avviata e poi interrotta una volta raggiunto il controllo.”

Quasi tutti gli studi esaminati da Ni Croinin e Greenstone e colleghi sono stati sponsorizzati dal LABA o dai produttori di steroidi per via inalatoria. Francine Ducharm, MD, autrice di entrambe le recensioni, ha ricevuto onorari orali e di consulenza da AstraZeneca (produttore di formoterolo e steroide budesonide), GlaxoSmithKline (produttore di steroidi fluticasone, beclometasone e salmeterolo) e Novartis (produttore di formoterolo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *